Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Centenario di costituzione della sezione scout laica dei Giovani Esploratori Italiani

REGGIO. Centenario di costituzione della sezione scout laica dei Giovani Esploratori Italiani
ReP

“Lo scautismo di Baden Powell è un metodo educativo dei giovani ancora oggi valido perché, nonostante sia stato pensato più di cento anni fa, è fondato sui valori. L’avventura e la vita all’aria aperta, la pace fra i popoli nel mondo, la fratellanza e l’amicizia internazionali, sono alcuni di essi. Da più di cento anni, in tante parti del mondo, ragazzi e ragazzi praticando lo scautismo provano a migliorare se stessi “per essere utili a sé stessi e al proprio Paese, alla propria comunità”, come dettano la Legge e la Promessa”.
E’ quanto ha affermato Maria Angela Botta, capo branco dei lupetti della sezione di Pistoia e già Capo Scout e Commissario Internazionale del CNGEI – corpo nazionale giovani esploratori italiani – parlando della “storia dello scautismo” a Reggio Calabria. Con la conferenza sulla storia del fondatore inglese del movimento giovanile e sullo sviluppo nel mondo dell’associazionismo fra i ragazzi, Maria Angela Botta ha in questo modo avviato la serie di eventi culturali e sociali programmati per celebrare i cento anni di istituzione della Sezione scout del GEI a Reggio Calabria.
A portare i saluti della sezione reggina e ad illustrare le finalità del programma di celebrazione del centenario di fondazione, è stato Mario Gullì presidente del comitato patrocinatore, che ha ricordato come questo organismo e quindi, la promozione del metodo educativo di BP tra i ragazzi della città in riva al Mare dello Stretto, sia stato costituito formalmente il 13 maggio 1915, alla presenza delle massime autorità civili e militari della provincia, di presidi e docenti, professionisti, imprenditori e operatori economici e giornalisti.
In serata gli scout laici di Reggio Calabria e della Sezione di Tiriolo (Catanzaro), nella Villa Comunale hanno dato vita al “fuoco di bivacco” e a una “veglia” ricca di riflessioni spirituali. Oggi, a Piazza Castello Aragonese, dopo l’alza bandiera, i ragazzi ascolteranno i saluti delle autorità civili i quali daranno il via al programma di eventi del Centenario che a fine anno, culmineranno nella presentazione di un libro di memorie sulla vita della sezione e in una conferenza internazionale sullo scautismo.


p. Il Presidente di Sezione
Mario Gullì