Direttore: Aldo Varano    

Antimafia, Dieni (M5s): "Alfano intervenga su revoca della scorta a Pino Masciari"

Antimafia, Dieni (M5s): "Alfano intervenga su revoca della scorta a Pino Masciari"

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

DELL’ON. FEDERICA DIENI

AL MINISTRO DELL’INTERNO

Premesso che:

 

·        Il 27 marzo svariati organi d’informazione hanno comunicato che sarebbe stata disposta, da parte del Ministero dell’Interno, la revoca delle misure di protezione  e di scorta nei confronti dell’imprenditore Pino Masciari;
·        Masciari, imprenditore edile calabrese, è stato sottoposto dal 18 ottobre 1997, assieme alla moglie e ai due figli, ad un programma speciale di protezione per aver denunciato la ’ndrangheta e le sue collusioni politiche;
·        Nel 1992 Pino Masciari, dopo aver rifiutato di sottostare alle richieste politiche per poter ottenere lavori, si è ribellato alla ‘ndrangheta, subendo gravi ripercussioni in ambito lavorativo e familiare, cominciando ad essere oggetto di furti, incendi, danneggiamenti e minacce;
·        Tra tali intimidazioni, la più dura che Pino Masciari e la sua famiglia ebbero a sostenere è senz’altro la gambizzazione di uno dei suoi fratelli; 
·        A seguito delle denunce formulate dall’imprenditore calabrese formulate in seguito a questi fatti, la Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, valutata la rilevanza delle informazioni e dei personaggi accusati, considerato il pericolo grave e imminente a cui il Masciari e la sua famiglia erano sottoposti, prospettarono l’assoluta necessità di entrare sotto tutela del Servizio Centrale di Protezione;
·        La collaborazione con la giustizia ha portato all’arresto e alla condanna di svariati capi e gregari di importanti famiglie ndranghetiste come i Vallelunga di Serra San Bruno, i Sia di Soverato, gli Arena di Isola Capo Rizzuto, i Mazzaferro nonché politici e amministratori;
·        Pino Masciari con la sua famiglia vive da anni in località protetta e, dopo il fallimento della sua azienda, si trova nell’impossibilità di individuare una nuova attività lavorativa; 
·        I comuni di San Sperate (CA) il 24 settembre 2009, di Torino il 10 novembre 2008, di Ivrea il 24 novembre 2008, di Nichelino il 13 aprile 2010 e di Bologna il 21 maggio 2012 gli conferiscono la cittadinanza onoraria per il suo impegno nella lotta alle mafie;
·        La storia di Pino Masciari è quella di un uomo che orgogliosamente ed ostinatamente si è schierato contro la mafia, ottenendo in cambio solo svantaggi dal punto di vista sociale ed economico;
·        La revoca delle misure di protezione nei suoi confronti fanno temere per la sua vita e non si comprende da che ragioni siano state dettate; 
 
Chiede di sapere:
-          Quali ragioni hanno condotto alla revoca delle misure di protezione e di scorta nei confronti dell’imprenditore Pino Masciari e, visti i fatti esposti in premessa, se non ritenga di attivarsi immediatamente per modificare tale decisione
Roma, mercoledì 1 aprile 2015

Deputata Federica Dieni