Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Il sindaco Abramo sul Primo Maggio

CATANZARO. Il sindaco Abramo sul Primo Maggio

ReP

“L’appuntamento del 1° maggio riveste anche quest’anno un significato particolarmente importante in considerazione, anche, del momento particolarmente drammatico che vivono i lavoratori, le famiglie, le imprese. Siamo purtroppo ancora nel pieno di una crisi economica non più sostenibile, i cui effetti possono essere drammaticamente riassunti dall’ulteriore calo del dato sull’occupazione I temi della salvaguardia del lavoro, dell’occupazione e della crescita economica come fattori importanti per la dignità ed il benessere di ogni uomo, dunque, sono sempre di attualità e devono, perciò, essere costantemente al centro dell’attenzione delle istituzioni. Con la crisi economica in atto, abbiamo il dovere di cercare di tutelare la speranza ribadendo con forza il tema dell’emergenza occupazionale e del lavoro precario, specie giovanile. E’ doveroso, anche, che il primo maggio ricordiamo le morti bianche, accanto a loro  vorrei rivolgere un pensiero commosso anche a quelle persone,  uomini, donne, bambini,che  lasciano la propria terra nella speranza di fuggire dalla guerra, dalle persecuzioni, dalle carestie, cercando di raggiungere un luogo dove costruire il proprio futuro. Ma il mio pensiero va anche ai  lavoratori licenziati, imprenditori in difficoltà, a quelli colpiti da atti criminali. A proposito di criminalità non c’è dubbio che la mancanza di lavoro è una delle cause dell’aumento dei fenomeni delinquenziali. Dobbiamo,quindi, assolutamente cercare di evitare che i nostri giovani senza prospettive vadano a ingrossare le fila della criminalità.   Una società che non riesce ad evitare questo tormento va inesorabilmente verso  il fallimento, non solo economico, ma soprattutto, di carattere morale e civile. Il primo maggio è una data che deve essere,quindi, da stimolo e di speranza per tutti. In questo quadro l’amministrazione comunale non farà mancare il suo contributo nei limiti delle sue prerogative e di quelle che le  leggi che regolano la Pubblica amministrazione ci consentono. Colgo, infine,l’occasione per augurare un buon primo maggio a tutte le lavoratrici ed a tutti i lavoratori della città a nome mio e di tutta l’Amministrazione Comunale”.