Direttore: Aldo Varano    

GAMBARIE (RC). La Fontana di Tre Aie torna al suo antico splendore

GAMBARIE (RC). La Fontana di Tre Aie torna al suo antico splendore

Immersa nel verde, nei pressi di Gambarie d’Aspromonte, nel territorio reggino, la Fontana di Tre Aie,  per lunghi anni è stata lasciata all'incuria del tempo: tra spazzatura, panchine divelte, illuminazione inesistente e pavimentazione scivolosa a causa della presenza di muschio e melma. Oggi, viene restituita ai cittadini ed ai turisti, grazie all’impegno del sindaco Giuseppe Falcomatà, dell’assessore ai lavori pubblici Angela Marcianò e dell’assessore al decoro urbano Antonino Zimbalatti. Presente anche il presidente dell’ente parco Giuseppe Bombino e i sindaci di Villa San Giovanni, Antonio Messina e di San Roberto, Roberto Vizzari. Presenti anche i consiglieri comunali Valerio Misefari e Francesco Gangemi.

«L’attenzione nei confronti delle periferie è massima- ha dichiarato il sindaco Giuseppe Falcomatà, proseguendo- Tre Aie segna il confine del comune di Reggio Calabria. Ripristinare la fontana e pulirla, è un gesto di attenzione nei confronti dei cittadini e dei turisti che, durante la settimana di ferragosto, affollano la zona di Gambarie. La presenza di alcuni sindaci dell'area dello Stretto, dimostra quanta attenzione e sinergia c’è: voglia di fare le cose insieme anche in ottica di costruzione della Città Metropolitana. La strada è ancora lunga, ma la partecipazione dei sindaci assieme al presidente dell’ente parco Bombino, seppure per una inaugurazione simbolica, ci fa ben sperare». Il sindaco Falcomatà ha poi voluto ringraziare i dipendenti del comune che «sono rientrati dalle ferie per poter assicurare il totale ripristino della fontana in tempo per ferragosto. Un plauso anche agli assessori Marcianò e Zimbalatti che, lavorando in sinergia, hanno permesso di restituire la fontana ai cittadini con l'obiettivo principale di ridare decoro ad una zona turistica della nostra città. Inoltre, in questo periodo, Gambarie è metà di numerosi pellegrinaggi religiosi e la fontana è da sempre punto di riferimento e di sosta per i turisti e per gli appassionati della montagna».