Direttore: Aldo Varano    

PALIZZI (RC). Legambiente: conclusi i campi di volontariato per la tutela delle tartarughe marine

PALIZZI (RC). Legambiente: conclusi i campi di volontariato per la tutela delle tartarughe marine

E’ giunto a termine anche il secondo campo di volontariato internazionale di Legambiente, organizzato a Palizzi (RC) nell’ambito del progetto “Life Caretta Calabria”. Questo secondo turno, iniziato lo scorso 8 agosto, ha visto la partecipazione di ragazzi provenienti da diversi Paesi come Regno Unito, Russia, Francia, Bielorussia, Spagna, Slovacchia, Finlandia e Giappone che si aggiungono ai ragazzi del primo turno con provenienze invece da Germania, Francia, Spagna, Repubblica Ceca, Russia e Korea.

Le attività a sostegno del progetto per la conservazione della tartaruga marina Caretta caretta, hanno potuto contare sull’impegno dei giovani volontari che, tra le altre cose, sono stati impegnati anche nella pulizia delle spiagge e delle dune costiere, nella catalogazione dei rifiuti trovati lungo il tratto di costa interessato dalle attività (beach litter), nel monitoraggio e sorveglianza dei nidi in schiusa, nell’organizzazione e realizzazione di workshop e laboratori creativi per adulti e bambini per sensibilizzare la popolazione locale ed i turisti. I ragazzi hanno collaborato con l’associazione “TartaCare Onlus” che si sta occupando del controllo e del monitoraggio delle nidificazioni in tutto il tratto di costa interessato, ed è stato particolarmente importante il loro contributo nella realizzazione degli Infopoint di progetto, alcuni dei quali organizzati proprio in occasione delle prime schiuse stagionali lungo la spiaggia di Spropoli.

Le attività si sono svolte grazie anche alla collaborazione dell’Amministrazione comunale che ha aiutato i giovani nell’integrazione con la popolazione locale.

Il progetto “Life Caretta Calabria” è co-finanziato dalla Commissione Europea che vede come beneficiario coordinatore il Comune di Palizzi e, come beneficiari associati, il Comune di Brancaleone, la Regione Calabria, la società Chlora sas, la società Euro Works Consulting s.p.r.l., l’Università della Calabria e Legambiente Onlus.