Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Si è conclusa la "Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2015"

REGGIO. Si è conclusa la "Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2015"

Si è conclusa nei giorni scorsi la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2015 organizzata a Reggio Calabria per la prima volta dall’Amministrazione Falcomatà su iniziativa dell'assessore alla Mobilità e SmartCity Agata Quattrone.

L'assessore Quattrone tira le somme di una sette giorni impegnativa: “Un esperimento di partecipazione e innovazione sociale che mi ha fatto sentire da vicino la voglia di cambiamento dei reggini, della parte attiva della società che desidera una città più sostenibile e felice.Un ringraziamento speciale a tutte le istituzioni, le associazioni culturali, sportive, gli artisti, le imprese, le scuole e l’università, le forze dell'ordine e gli uffici comunali che hanno sostenuto tutte le iniziative in città. Sono soddisfatta della grande partecipazione alle prime attività dell’amministrazione che da poco ha aderito all’Osservatorio Nazionale Smart City di ANCI e che è impegnata verso un percorso nuovo di città verde, connessa, integrata, sostenibile e inclusiva.”

La settimana reggina è stata densa di incontri e ha visto la prima uscita pubblica dell’ing. Francesco Russo, nuovo assessore alla logistica della Regione Calabria, all'incontro organizzato dal LAST diretto dall’ing. Corrado Rindone (Laboratorio di Analisi dei Sistemi di Trasporto) nella sede dell’ordine degli ingegneri di Reggio Calabria e in presenza del Pres. dell’Ordine ing. Francis Cirianni e degli esperti docenti del DIIES prof. Antonino Vitetta, ing. Giuseppe Musolino e arch. Paola Panuccio della Università Mediterranea di Reggio Calabria e  Prof. Massimo Di Gangi del DICIEAMA dell’Università di Messina.

La settimana è proseguita con la corsa agonistica a partire dal Laboratorio a mare Noel dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria a cura del CUS - Centro Universitario Sportivo di Reggio Calabria, con giornate divertenti dedicate a grandi e piccini in bici, a piedi, di corsa con il Circolo Legambiente di Reggio Calabria (il dir. Giuseppe Toscano ha coordinato il Giretto di Italia in città e organizzato una passeggiata in bici lungo tutta la costa Reggina da nord a sud), il Raidclown dei Pagliacci Clandestini (performance teatrali per suggerire "col sorriso" i buoni comportamenti a bordo dei bus), gli Instagramers di Reggio Calabria che hanno organizzato il primo #instatour - escursione fotografica a bordo del bus scoperto ATAM, il Centro Studi Colocrisi e gli studenti che hanno realizzato una mostra di dipinti e sculture di sabbia sul tema della mobilità green, l’Associazione FitWalking Calabria con Fausto Certomà e Irene La Puzza,il dott.Nuccio Barillàdella Segreteria Nazionale Legambiente e la dirigente del Ministero della Salute dott.ssa Novella Luciani.

                                                                                                                            

Durante l’evento all’Arena dello Stretto di Reggio Calabria è stato allestito il Villaggio della Mobilità, luogo per nuove concezioni di mobilità urbana - momenti di studio e stand espositivi con Legambiente, Monithon Calabria, Pluservice(player nazionale nel campo delle tecnologie per i trasporti); Flashbike (rivenditore di e-bike, bici elettriche). In particolare i ragazzi di Monithon Calabria, esperti di opendata, realizzeranno il monitoraggio civico del circuito di piste ciclabili nel Comune, che verrà inserito nel portale nazionale di opendata Monithon, un’iniziativa indipendente di monitoraggio civico dei progetti finanziati dalle politiche di coesione.

La settimana si è conclusa presso la Scuola Falcomatà di Santa Caterina con il lancio del Progetto Annibale coordinato da Euromobility e dal Ministero dell’Ambiente e patrocinato dal Comune (che promuove la mobilità sostenibile nelle scuole e che ha lo scopo di incoraggiare bimbi e genitori a recarsi a suola a piedi, in bici o in bus) in collegamento skype nazionale con le altre città che hanno aderito alla presenza dell’ing. Giandomenico Meduridel Ministero Ambiente e della dott.ssa Valeria Pulieri di Euromobility.

Nella villetta antistante con i bimbi della scuola e i partecipanti alla Settimana è stato inaugurato il Bibliobus “Un dono per la città” ha commentato il Sindaco Giuseppe Falcomatà “Una vera biblioteca itinerante per tutti i cittadini. Una pratica già presente in altre città metropolitane europee che finalmente diventa realtà anche qui. All'interno del bus sono liberamente consultabili i libri donati da molte associazioni e da editori. Questa è un'occasione di crescita collettiva e di condivisione: il Bibliobus offre, infatti, l’opportunità di mettere a disposizione i propri libri e consultarne di nuovi. Nelle prossime settimane il bus farà tappa in diverse scuole e sarà presente nelle manifestazioni pubbliche cittadine”.

L'iniziativa è stata voluta dell'assessore Mobilità e Smart City Agata Quattrone che, dopo aver visitato il Bibliobus di Catania -lanciato dal sindaco Enzo Bianco- nel corso della prima Conferenza Nazionale sulla Mobilità Sostenibile di ANCI, ha inteso replicare per la città di Reggio Calabria. Il Bibliobus è stato realizzato in collaborazione con l'assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Patrizia Nardi, ATAM S.p.A., Europe Direct RC, gli Editori calabresi che hanno sposato l'iniziativa e che gentilmente si sono offerti di donare le proprie pubblicazioni, la Biblioteca Comunale.

Tra i commenti si registra anche quello di Carlo Maria Medaglia, Capo segreteria tecnica del Ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti: “Agli amministratori il prezioso compito di sensibilizzare cittadini e imprese sulla sostenibilità ambientale. Mi congratulo con l'Amministrazione Falcomatà per aver aderito per la prima volta alla Settimana Europea della Mobilità e in particolare con l'assessore Quattrone per il progetto Bibliobus che è solo il primo dei tanti progetti di mobilità sostenibile che l'amministrazione di Reggio sta progettando con il nostro Ministero”.

L’assessore Quattrone ha concluso: “il dibattito sulla mobilità urbana deve diventare un laboratorio permanente di idee da alimentare con il contributo di tutti coloro che sono convinti –come l’amministrazione Falcomatà- che il cambiamento necessario, attraverso azioni di forte impatto ma anche a piccoli passi di rivoluzione culturale, sia possibile.