Direttore: Aldo Varano    

L'esperienza di Confapi Calabria in una tesi da 110 e lode

L'esperienza di Confapi Calabria in una tesi da 110 e lode
Una tesi di laurea da 110 e lode sull'esperienza di Confapi Calabria. È quella discussa da una giovane neo laureata in scienze politiche all'Università della Calabria, Graziella D'Acri. Per mesi Graziella ha frequentato la sede di Confapi Calabria 2.0, e fortemente supportata dal Presidente Francesco Napoli e da tutto lo staff, è entrata nel sistema Confapi con una domanda di fondo, quasi una provocazione: che ruolo hanno (ancora) oggi le associazioni datoriali? Conquistata da un approccio evidentemente innovativo che caratterizza l'esperienza calabrese di Confapi, la neo dottoressa ha così sviluppato, nel suo lavoro di tesi, un percorso che ha disegnato le funzioni di una associazione datoriale rispetto ad un mondo in costante evoluzione e movimento.
"Un lavoro straordinario che ha dato risalto ad una esperienza che, attraverso una comunicazione 2.0, un gruppo di lavoro giovane ed affiatato ed una struttura basata sulla concretezza e lo snellimento delle procedure, è riuscita in poco tempo a rispondere alla sfida della modernità e dare evidenza alle esigenze e aspettative degli imprenditori. Per questo desidero congratularmi con la neo dott.ssa Graziella D'Acri". Così il Presidente di Confapi Calabria Francesco Napoli.
Un lavoro dettagliato, approfondito che dalla sede territoriale calabrese ha guardato anche al sistema nazionale Confapi con la relazione programmatica " Manifesto della svolta" che il Presidente Nazionale Confapi Maurizio Casasco ha presentato all'ultimo congresso nazionale dello scorso mese di Luglio a Roma.