Direttore: Aldo Varano    

BAGNARA (RC). Collettiva AutonoMIA e “Io donna” : sfatare le legGender, obiettivo raggiunto

BAGNARA (RC). Collettiva AutonoMIA e “Io donna” : sfatare le legGender, obiettivo raggiunto
 

Il 4 dicembre scorso, nella Palestra del Liceo Scientifico “E Fermi” di Bagnara si è svolto l’incontro “Sfatiamo le legGENDER: l’importanza dell’educazione nella prevenzione della violenza di genere” organizzato dalla Collettiva AutonoMIA Reggio Calabria e dall’associazione “Io donna” di Bagnara Calabra alla presenza di dirigenti scolastiche, docenti e genitori. L’obiettivo era quello di chiarire e demistificare ciò che negli ultimi tempi è stato diffuso da alcuni gruppi fondamentalisti sui progetti di educazione alle differenze nelle scuole. Attraverso la competenza trentennale sul campo della professoressa Graziella Priulla, , agli interventi e i quesiti sui più disparati temi inerenti all’argomento,  proposti dai e dalle presenti,  abbiamo cercato attraverso il confronto, di puntualizzare e chiarire paure dubbi ed incertezze.  Dalla terminologia, alle motivazioni che hanno spinto alla demonizzazione di studi che esistono da anni anche attraverso l’uso di un termine, GENDER, che riporta spesso a siti di gruppi confessionali  estremisti; alla mistificazione dei contenuti e dell’essenza stessa dell’educazione di genere; all’importanza di linguaggi appropriati e di programmi che educhino al rispetto delle diversità che sono  arricchimento per tutte e tutti  noi.

 

Proprio nel giorno in cui i pro family  invitavano a non mandare i propri figli a scuola e  promuovevano il “diritto” all’esclusività della famiglia nell’educazione sui temi legati alla cosiddetta “teoria gender”, abbiamo analizzato i dati allarmanti che riguardano gli e le adolescenti sulla percezione della violenza di genere. E’ emersa unanime,  la  necessità di questo tipo di informazione e formazione nelle scuole al fine di  prevenire la violenza  e il perpetrarsi degli stereotipi  e per chiarire finalità e modus operandi delle proposte formative. Abbiamo accolto con piacere l’invito della dirigente del Liceo, che ci ha ospitate, a proseguire la nostra attività con degli incontri rivolti alle ed ai ragazzi e quello delle insegnanti  presenti, ad intervenire nelle loro scuole. Il percorso intrapreso a Bagnara continuerà  con altri incontri e ci incoraggia il  commento di un genitore presente  all’incontro che da senso al nostro impegno : ”Di assoluto rilievo l'intervento della Prof.ssa Priulla, peccato per gli assenti,  un’altra occasione di confronto offerta e dai più perduta . Avevo idee preconcette e preconfezionate ma ascoltando questa presentazione , in gran parte , non avevano motivo di essere .”

 

Collettiva AutonoMIA e Associazione “Io donna”