Direttore: Aldo Varano    

OLIVERIO: " acqua risorsa che sarà a totale gestione pubblica"

OLIVERIO: " acqua risorsa che sarà a totale gestione pubblica"
 Il Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e' intervenuto alla conferenza stampa organizzata da Coldiretti e Anbi Nazionale e Calabria nella "sala oro" della Cittadella Regionale, in previsione della giornata mondiale dell'acqua di domani. "Ringrazio Coldiretti per aver organizzato questa iniziativa in coincidenza con la giornata mondiale dell'acqua che ci da' l'opportunita' di fare una riflessione su questo importante tema. La nostra e' una regione che ha una grande ricchezza d'acqua - ha sottolineato Oliverio - quindi una grande risorsa che merita di essere al centro dell'azione di governo. In passato la Cassa del Mezzogiorno ha investito e realizzato grandi opere per consentire all'agricoltura calabrese passi in avanti e, piu' in generale, alla nostra regione di realizzare opere per una migliore fruibilita' della risorsa idrica ad uso civile e d industriale. Negli ultimi quindici/venti anni abbiamo assistito ad un'azione sconnessa, non programmata in modo adeguato, dell'utilizzazione delle risorse finanziarie. Oggi ci si pone dinnanzi la necessita' di recuperare molto non fatto. Vanno riprogrammati con il Governo i grandi invasi previsti come Esaro e Melito e tutte le dighe non utilizzate, come quelle del Metramo e del Menta, che devono essere completate. Per alcune di queste opere abbiamo trovato i lavori interrotti dal 2010/11. Subito dopo Pasqua li riprenderemo. Abbiamo ripreso il confronto col Ministero perche' non bisogna rinunciare a queste opere. Certamente bisognera' rimodulare e riprogrammare gli investimenti. L'acqua e' uno dei temi centrali del Patto per la Calabria e il suo corretto utilizzo deve essere visto nell'ottica di una utilizzazione integrata e non settoriale. Oggi che Sorical e' in liquidazione e sono in discussione le Province, va ripensata tutta la materia per recuperare i ritardi accumulati, evitare il rischio di un commissariamento e definire nuovi strumenti. La Regione Calabria vuole mantenere l'acqua a gestione totalmente pubblica. Un governo pubblico dell'acqua, tra l'altro, puo' dare vita a singoli affidamenti per parziali lavori. In primo luogo c'e' un problema di completamento degli investimenti per i quali negli anni sono state impegnate risorse importanti ed anche il problema della programmazione di invasi che non possono essere abbandonati. Bisogna affrontare anche il problema dell'efficientamento delle reti di distribuzione. Dobbiamo mettere a punto una strategia ed una struttura che possa avvalersi di competenze ed esperienze per una governance coordinata dei diversi soggetti operanti nel settore". "Dobbiamo utilizzare inoltre strumenti innovativi e sostenere le aziende in interventi di innovazione, anche al fine di un'utilizzo piu' razionale della risorsa rispondendo alle necessita' economiche delle aziende stesse. L'utenza deve sopportare costi che non siano frutto di diseconomie. Il passaggio dal sistema irriguo a scorrimento a quello a goccia e' anche nell'interesse delle aziende, che per questo devono essere supportare negli investimenti. Dobbiamo lavorare per dare la giusta attenzione alla risorsa acqua, con l'adeguata azione di governo e la collaborazione di tutti, a partire dai consorzi. Il nostro obiettivo, tra l'altro, e' quello di recuperare il massimo di superficie agricola sottesa al sistema irriguo. Il gruppo di lavoro a cui stiamo dando vita deve organizzare una giornata di riflessione insieme ai soggetti chiamati a dare un contributo alla questione, per recuperare decenni di ritardi ed 87.000 ettari di superficie che darebbero linfa vitale all'economia ed all'occupazione della nostra regione. L'acqua - ha concluso il Oliverio - deve ritornare ad avere la necessaria attenzione, perche' e' un tutt'uno con il territorio. Valorizzazione ed uso razionale dell'acqua sono indispensabili per la sistemazione idrogeologica dei nostri territori".