Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Confindustria: Un sindaco carismatico di salute pubblica. Inadeguati candidati attuali

REGGIO. Confindustria: Un sindaco carismatico di salute pubblica. Inadeguati candidati attuali

"Le cure che la politica annuncia di voler somministrare alla nostra Citta' appaiono oggi piu' che mai oscure, vaghe, insufficienti". E' quanto scritto in un documento approvato all'unanimita' dal direttivo di Confindustria di Reggio Calabria in vista delle elezioni comunali.

"Sono trascorsi due anni - prosegue - dal commissariamento del Comune che, lungi dal raggiungere gli obiettivi annunciati dal ministro dell'Interno dopo lo scioglimento del civico consesso, non ha risolto nessuno dei problemi che hanno messo a rischio la tenuta sociale ed economica di Reggio Calabria.

La nostra comunita' e' oggi prostrata dalle conseguenze dell'assoluta paralisi politico-amministrativa; una condizione che, associata alla congiuntura negativa internazionale perdurante da oltre sei anni, ha sfibrato il tessuto produttivo reggino e allentato la tenuta complessiva del sistema cittadino.

Reggio ha bisogno di un immediato cambiamento che la porti a essere finalmente governata con capacita', competenza, passione e tensione morale verso il Bene comune.

L'occasione del rinnovo del consiglio comunale, in programma il prossimo 26 ottobre, puo' rappresentare in questo contesto una grande opportunita' o, viceversa, un'occasione sprecata, dopo la quale difficilmente verra' concessa un'altra chance di riscatto".

   "Reggio - aggiunge Confindustria - non puo' concedersi il lusso di perdere altri cinque anni. La Citta', cosi', rischia di implodere con conseguenze catastrofiche, forse esiziali per questo lembo di territorio dello Stato italiano che si sente sempre piu' isolato, sempre piu' abbandonato a se stesso, sempre piu' distante dal resto del Paese.

Di fronte a tutto questo, gran parte della politica ha svelato nuovamente la sua inadeguatezza.

Gli Industriali di Reggio Calabria ritengono che nessuna delle candidature oggi in campo risponda all'esigenza di garantire alla Citta' un futuro migliore: l'unico progetto politico che tutti dovrebbero perseguire, prefiggendosi l'obiettivo di curare gli interessi dei reggini. Il dibattito che si e' sviluppato all'interno degli schieramenti politici tradizionali, negli ultimi tre mesi, non ha neppure sfiorato i problemi di Reggio e dei suoi cittadini.

Si e' invece incentrato, more solito, sulla pura e passiva passerella. La Citta' e' sempre rimasta sullo sfondo, relegata a una condizione di inutile scenografia. A Reggio, invece, occorrono adesso attori e caratteri forti, per farla tornare al centro del proscenio. Riguardo all'attuale parterre di candidati a sindaco, sconcertano l'assenza di programmi e l'inconsistenza delle proposte".

Confindustria evidenzia inoltre che "il compito piu' importante, per chi andra' ad assolvere il delicato compito di amministrare il Comune, dovra' essere quello di avviare una paziente e certosina opera di ricostruzione di rapporti politici sani.

Serve, ad avviso degli Industriali, un governo di salute pubblica, aperto alle forze politiche di buona volonta', che vada oltre gli schieramenti e che porti ad aggregare, in un unico fronte, tutte le energie positive della Citta'. Ovvero le forze che si riconoscono nel principio di legalita' e nei valori del lavoro, della solidarieta', della democrazia, del rispetto della dignita' dell'individuo come espressione di una comunita' cittadina che ripudia la 'ndrangheta. Il nuovo Sindaco dovra' essere una figura forte, in grado di rappresentare ai massimi livelli istituzionali le esigenze di questo territorio.

Una personalita' carismatica".