Direttore: Aldo Varano    

Ente parco dell'Aspromonte alla Bit di Milano

Ente parco dell'Aspromonte alla Bit di Milano
Promuovere forme di turismo sostenibile basato sulla tutela e la valorizzazione della biodiversità: con questi obiettivi l’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte parteciperà alla Bit (Borsa Internazionale del turismo) che si svolgerà a Milano dal 12 al 14 Febbraio.
Con il coordinamento di Federparchi Calabria ed insieme agli altri due Parchi Nazionali calabresi (Sila e Pollino), l’Aspromonte sarà protagonista presso il padiglione 11, stand A21, in uno spazio istituzionale condiviso, dentro al quale verranno promosse le peculiarità territoriali ed i centri locali in un “global contest” che permette di intercettare nuovi flussi turistici puntando sia al pubblico indicizzato che alle nuove forme di turismo ecosostenibile sempre più apprezzate e ricercate.

Il Parco dell’Aspromonte, che alla Bit sarà rappresentato dal Presidente Giuseppe Bombino e dalla Responsabile della Comunicazione Chiara Parisi, parteciperà ad una serie di iniziative e di eventi organizzati con lo scopo di promuovere, a 360 gradi, il patrimonio naturalistico della nostra montagna.
Venerdì 13 febbraio 2015, alle 15.00, presso lo spazio della Regione Calabria, alla presenza del Presidente Mario Oliverio, i tre Parchi nazionali calabresi presenteranno le strategie messe in campo per promuovere il turismo sostenibile nelle aree protette.
“Attraverso la partecipazione alla Bit – ha spiegato il Presidente Giuseppe Bombino – vogliamo rilanciare l’identità aspromontana quale valore aggiunto del nostro territorio.  La nostra montagna – continua Bombino- si pone come “infrastruttura spirituale” capace di coniugare ambiente, storia, cultura e tradizioni. L’elevato patrimonio di biodiversità dell’Aspromonte può proiettare il sistema montano e le sue comunità al centro dei flussi turistici del Mediterraneo. In tale contesto, la Bit di Milano, costituisce l’ambito ideale  – ha concluso Giuseppe Bombino – per mettere a sistema i parchi nazionali calabresi per attuare una sinergia condivisa che abbia come obiettiva la crescita turistica ed economica della regione”.