Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Procura e Carabinieri: Ingiustificato l’eccesso di allarmismo

CATANZARO. Procura e Carabinieri: Ingiustificato l’eccesso di allarmismo

Catanzaro    “A Catanzaro c’è una percezione della mancanza di sicurezza che va al di là della reale situazione e che a me pare eccessiva. Forse, quando si è abituati alla quiete, basta poco perché tutto diventi allarmante”.

Lo ha detto il procuratore capo di Catanzaro, Vincenzo Antonio Lombardo, nel corso della conferenza stampa che si è svolta nella sede del Comando provinciale dei Carabinieri per presentare l’esito delle indagini che hanno permesso di identificare gli autori di una tentata rapina avvenuta in pieno centro, pochi giorni fa, nel capoluogo calabrese.

“Questo della tentata rapina è un episodio di scarsa importanza - ha affermato Lombardo - ma è uno di quelli che si sono verificati in questi giorni e che hanno alimentato il clima”.

Il procuratore ha partecipato alla conferenza stampa dei carabinieri per testimoniare la presenza e la risposta dello Stato, contenendo l’eccessivo allarmismo. “Questi episodi - ha sostenuto - possono essere almeno in parte ricondotti alla carenza di criminalità sul territorio, dopo le varie operazioni portate a termine e che possono anche produrre questi effetti. Ma se c’è un minimo di collaborazione, come in questo caso, i risultati arrivano”.

Sulla stessa linea il colonnello Ugo Cantoni, comandante provinciale dell’Arma: “L’evento ha avuto un grosso impatto mediatico - ha sostenuto l’ufficiale - e ha dato una scossa alla percezione della sicurezza, quindi siamo contenti che in pochi giorni sia stato possibile risarcire la città per questa ferita”.

“Terrorizzare la gente invitandola a stare in casa non aiuta - ha concluso Cantoni – bisogna tenersi questa città, perché se la si desertifica tutto diventa più complicato”.