Direttore: Aldo Varano    

Reggio sul Corriere della Sera per gli asili: promessa mantenuta

Reggio sul Corriere della Sera per gli asili: promessa mantenuta

actionaid   SERVIZIO -

Reggio e Falcomatà sono finiti nella rubrica più sofisticata del Corriere della Sera: “Il caso” scritta a turno in punta di penna (l’icona della rubrichetta è un pennino) dalle più sofisticate firme del quotidiano. A occuparsi di Reggio è Gianna Fragonara che scrive il trafiletto  del 22 maggio della rubrica con titolo: “Lo storico traguardo di Reggio Calabria”.

Scrive la Fragonara:

“I1 sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falconata ha esordito davanti ai giornalisti soddisfatto, spiegando che «un'altra promessa è stata rispettata». E questo è vero. Stava annunciando che finalmente dopo due anni dalla chiusura dell'ultimo asilo nido comunale ne sono stati riaperti tre, quello del Cedir, di Archi e di Gebbione, queste due ultime zone ad alta intensità mafiosa.

E' la fine di una vicenda tutta italiana, con l'amministrazione comunale commissariata nel 2012 per infiltrazioni mafiose, la politica immobilizzata, gli asili inagibili, il business dei privati sullo sfondo e i commissari che non potevano usare i fondi comunque già stanziati.

   Dopo le elezioni lo scorso ottobre, i lavori di ristrutturazione sono ricominciati e si cerca di tornare verso quella che si vorrebbe la normalità. La domanda non è se i 250 bambini che troveranno un posto e le loro famiglie sono soddisfatti - cosa che è sperabile -, ma è se in una città di i8o mila abitanti, una delle dieci città metropolitane d'Italia secondo quanto scritto nelle ultime riforme amministrative, una buona notizia sia passare da 0 a tre asili nido.

Peraltro proprio un anno fa era apparsa nel sito del Comune, dove si annunciava l'imminente riapertura delle strutture, una nota che spiegava che comunque non ci sarebbe stato posto per i bambini disabili perché il municipio era troppo indebitato per assumere insegnanti di sostegno. Dopo le proteste di genitori e associazioni i commissari avevano cercato di correre ai ripari, provando a rimediare all'ennesimo schiaffo ai cittadini”.

*La foto è tratta da ActionAid (che ha per referente a Reggio Eleonora Scrivo) la nota organizzazione internazionale che si occupa di fame nel mondo e lotta alla povertà e all'esclusione sociale. Nel 2014 la stessa foto chiedeva "chiediamoAsilo" con un volto piuttosto indignato (che riproponiamo sotto) che è ora diventato sorridente mentre espone il cartello del (primissimo) obiettivo raggiunto.

asilo1