Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Il disastro della Fontana di Tre Aie (foto)

REGGIO. Il disastro della Fontana di Tre Aie (foto)

tre aie 1   NOSTRO SERVIZIO -

Da comunicati e notizie stampa precedenti a Ferragosto:

 “Punto di riferimento per gli appassionati della montagna, la Fontana di Tre Aie, nell’area di Gambarie d’Aspromonte nel territorio del Comune di Reggio Calabria, grazie all’intervento tempestivo dell’assessore al decoro urbano Antonino Zimbalatti in sinergia con l’assessore ai lavori pubblici Angela Marcianò, è stata ripristinata. Da diversi anni, ormai, versava in stato di totale abbandono: restituire decoro alla fontana di Tre Aie area verde e rinomata per gli appassionati della montagna, è un altro passo verso la normalità. L’inaugurazione si svolgerà domani venerdì 14 agosto alle ore 10 alla presenza del sindaco Giuseppe Falcomatà, degli assessori Antonino Zimbalatti e Angela Marcianò, assieme ai lavoratori che hanno permesso il ripristino in tempi brevi”.  

 tre aie2   Ed ancora:

 “Immersa nel verde, nei pressi di Gambarie d’Aspromonte, nel territorio reggino, la Fontana di Tre Aie, per lunghi anni è stata lasciata all'incuria del tempo: tra spazzatura, panchine divelte, illuminazione inesistente e pavimentazione scivolosa a causa della presenza di muschio e melma. Oggi, viene restituita ai cittadini ed ai turisti, grazie all’impegno del sindaco Giuseppe Falcomatà, dell’assessore ai lavori pubblici Angela Marcianò e dell’assessore al decoro urbano Antonino Zimbalatti. Presente anche il presidente dell’ente parco Giuseppe Bombino e i sindaci di Villa San Giovanni, Antonio Messina e di San Roberto, Roberto Vizzari. Presenti anche i consiglieri comunali Valerio Misefari e Francesco Gangemi…”. 

Infine, notizie di stampa raccontano:

che il sindaco “ha voluto ringraziare i dipendenti del comune che «sono rientrati dalle ferie per poter assicurare il totale ripristino della fontana in tempo per ferragosto. Un plauso anche agli assessori Marcianò e Zimbalatti che, lavorando in sinergia, hanno permesso di restituire la fontana ai cittadini con l'obiettivo principale di ridare decoro ad una zona turistica della nostra città. Inoltre, in questo periodo, Gambarie è metà di numerosi pellegrinaggi religiosi e la fontana è da sempre punto di riferimento e di sosta per i turisti e per gli appassionati della montagna».

 tre aie3***

 72 ore dopo, lo spettacolo che offriva la Fontana di Tre Aie è quello documentato dalle foto (scattate il 17 mattina) che sono arrivate a zoomsud e che chiunque ne abbia voglia può direttamente verificare (come ha fatto la nostra redazione). 

Dobbiamo dare tutti una mano alla città di Reggio che si trova in una situazione drammatica ed è oggetto di uno sforzo importante e significativo per toglierla dal baratro in cui è stata ficcata. Ma perché l’operazione abbia possibilità di successo, serve un rapporto chiaro e trasparente coi cittadini.

tre aie4  Ora se da un lato si legge il racconto di quanto è successo e dall’altro si fa un sopralluogo a Tre Aie diventa del tutto evidente che qualcosa non ha funzionato di brutto. La fontana, all’occhio dei cittadini che l’hanno visitata e continuano a visitarla, appare esattamente come prima: un simbolo di degrado praticabile con difficoltà e solo perché una vecchia abitudine sottovaluta i pericoli della sua frequentazione.

Non si capisce attorno a quale progetto hanno lavorato gli assessori Zimbalatti e Marcianò (né quanto è costato) ma è certo che non è vero che sono stati tolti muschio e melma che continuano a rendere scivolosa la pavimentazione, che continua a essere disastrata e sconnessa dell’intero blocco monumentale. L’acqua continua a venir fuori da quel che resta del pavimento, e lo zampillo delle tre fontane è tale da rovesciarne una parte sul pavimento. Nessun accorgimento per evitare il formarsi di pozzanghere e proprio all’ingresso la Fontana ne ha una continuamente alimentata e grande di aspetto malarico. Tutti i pezzi mancanti del complesso monumentale non sono stati sostituiti, né le pietre ripulite mentre le panchine sono state aggiustate con un po’ di fil di ferro attorcigliato con la pinza. 

Insomma, un disastro.

rivestimenti mancanti

Se il lavoro aveva l’obiettivo di meglio spurgare i lavandini delle tre fontane così come fanno a casa tutte le casalinghe diligenti usando prodotti ormai ampiamente reperibili in tutti i market, che bisogno c'era di tutto il tam-tam e di ordinare il rietro anticipato dei dipendenti del Comune (che avrà probabilmente un costo)?
 
  tre aie8

  

  

  

  

Noi non sottovalutiamo nessuno sforzo e neanche un banale spurgo. Ma nessuno che voglia restare credibile può spacciarlo per la restituzione di un monumento caro ai reggini al suo antico splendore. E lo scriviamo solo per segnalare all'Amministrazine comunale che il problema di Tre Aie è ancora lì. Da risolvere, possibilmente. (RedReggio)

tre aie10

 

 

 

 

 

 

tre aie12