Direttore: Aldo Varano    

RC. Gay Pride: il bilancio degli organizzatori

RC. Gay Pride: il bilancio degli organizzatori
"Abbiamo segnato un punto storico per la civilta' e la battaglia per l'uguaglianza, ci impegneremo affinche' questo patrimonio non venga dissipato". Lo sostiene, in una nota, il Comitato CALABRIA Pride 2014, dopo la manifestazione che ieri, a Reggio CALABRIA, ha concluso il primo Gay Pride svoltosi nella regione.  
 
"E' con immensa emozione - affermano gli organizzatori - che divulghiamo questo comunicato di chiusura. Un fiume di persone, circa cinquemila, che abbiamo visto invadere le strade di ReggioCALABRIA e l'Arena dello Stretto dai nostri occhi annebbiati di commozione. Il primo pride della storia italiana dichiaratamente antimafia, totalmente autofinanziato grazie alla generosita' delle persone comuni che hanno compreso il lavoro del Coordinamento Pride e hanno voluto premiare il nostro coraggio e il nostro impegno nel realizzare un evento che segnera' la storia di questa terra.
 
E noi vogliamo ringraziare ancora tutti loro, ringraziamo il coraggio di tenere alte le teste e le bandiere arcobaleno, il coraggio di unirsi al corteo e non nascondersi piu', infrangendo il velo di omerta' che ci ha ammantati per troppo tempo. Siamo ancora increduli, ci guardiamo felici e l'entusiasmo e' gia' pronto per fare da motore a nuovi progetti. Perche' abbiamo concepito questo primo gay pride non come una manifestazione isolata ma come un nuovo inizio, una promessa a tutta la CALABRIA di portare avanti la battaglia per i diritti degli omosessuali e dei transessuali ma anche, come abbiamo dimostrato, rimanendo attenti a tutti quelli che vengono giornalmente negati".  
 
"Il nostro stupore - concludono gli organizzatori - e' ancora piu' grande vedendo le strade piene di giovani, che rilasciano interviste alle televisioni rivendicando il diritto all'amore, che sono stanchi di una terra che nasconde e reprime. E' per questo che non abbiamo sentito la mancanza delle istituzioni, che hanno concesso i loro patrocini morali ma non hanno camminato con i cinquemila cittadini che erano con noi. Renderemo presto noti i bilanci economici di questa manifestazione perche' vogliamo essere trasparenti con tutti coloro che ci hanno aiutato e vorranno ancora aiutarci".