Direttore: Aldo Varano    

MIRABELLO. Il ritorno di Fini: abbiamo sbagliato e i nostri votano M5S

MIRABELLO. Il ritorno di Fini: abbiamo sbagliato e i nostri votano M5S

''Il centrodestra oggi è profondamente diviso, credo che la cosa più urgente da fare sia cercare di capire dove abbiamo sbagliato e cosa occorre fare per riconquistare la fiducia degli elettori rimasti delusi. Il distacco non è solo tra i partiti, ma tra una fetta consistente della pubblica opinione''. Gianfranco Fini è tornato alla 33/a edizione della Festa Tricolore di Mirabello. Ad attenderlo poco meno di duecento persone che lo hanno accolto tra applausi e grida.

Mirabello, paese alle porte di Ferrara dove è nata la madre di Fini, è un luogo storico della destra italiana nel cuore dell'Emilia rossa. La storica festa Tricolore ha segnato tutte le tappe della carriera di Fini: qui Almirante lo ha designato come proprio delfino, qui si è consumato lo strappo con Berlusconi. La festa, organizzata dal fedelissimo Vittorio Lodi, è stata fatta sotto le insegne del Msi, di Alleanza Nazionale, del Pdl (per un solo anno), poi di Futuro e libertà. Ed anche in questa fase politica, è rimasta fedele a Fini.

''Il vero punto di forza di Renzi e' la mancanza di alternative credibili'', ha sostenuto Fini. ''Da una parte il centrodestra diviso e dall'altra il Movimento 5 Stelle che fa tanta demagogia ma che è vicino alla gente. Molti elettori del centrodestra hanno votato per Renzi o per Grillo, dobbiamo reimpostare il rapporto di fiducia che avevamo con i cittadini''.

''Ho e abbiamo commesso degli errori. Ma ora basta con le acrimonie personali e con gli insulti. La destra italiana è divisa e allora l'unica via per riavvicinarsi ai nostri elettori che non hanno votato ne' per Fli ne' per Forza Italia e altri, è ridare la possibilità di alternativa. Che fare? Occorre ripartire -spiega l'ex presidente della Camera- dal contatto diretto con la pubblica opinione che ci ha lasciato, occorre dare risposte e ricominciare con grande umiltà ad ascoltare la pubblica opinione e la gente, occorre ritrovare un’unità politica nel centrodestra''.