Direttore: Aldo Varano    

LA LETTERA. Siderno, per le contravvenzioni caccia al forestiero? PAPASIDERO

LA LETTERA. Siderno, per le contravvenzioni caccia al forestiero? PAPASIDERO
di ANTONIO PAPASIDERO – (riceviamo e pubblichiamo) Siderno, pomeriggio di giorno 6 settembre 2014: giorno di festa della Madonna di Portosalvo, giorno di fiera, in cui migliaia di persone accorrono, da paesi vicini e meno vicini, per trascorrere un pomeriggio diverso, magari pensando di acquistare cose utili ed anche meno utili od anche semplicemente per visitare la fiera e gustarsi un bel gelato.  

Arduo, per non dire impossibile, trovare un parcheggio. Lo trovo, finalmente! Altre auto sono parcheggiate sulla stessa strada, ed altre centinaia e centinaia nelle strade adiacenti. Confusione generale, divieti di sosta dappertutto, ma dappertutto pieno zeppo di auto, persino sotto i segnali di STOP, o parcheggiate di traverso fino ad invadere completamente i marciapiedi.

 Situazione particolare, visto l’enorme afflusso di persone, che presuppone un’altrettanta situazione particolare in termini di tolleranza, considerata, tra l’altro, la mancanza di alternative per poter parcheggiare in tutta tranquillità. Ma al ritorno dalla piacevole passeggiata in fiera, la sorpresa: multa per divieto di sosta!
 
A guardar bene, l’unica auto “ben parcheggiata” che non ostacola alcun transito, è la mia! Ma il bello è che solo la mia auto, in quella strada, risulta multata, mentre le altre, nella stessa identica situazione, anzi anche peggio, evidentemente sono risultate invisibili al funzionario, che ha pensato bene di fare la multa soltanto a me. Mi reco subito presso il Comando di Polizia municipale, ma nessuno risponde al citofono…nemmeno la possibilità di contestare, nell’immediato, la palese ingiustizia subita, essendo, a meno che le norme costituzionali non siano cambiate nel frattempo, tutti i cittadini uguali…di fronte alla legge!!!
 

Mi chiedo: in una giornata simile, di intensissimo traffico automobilistico, di confusione generale per la presenza di migliaia di autoveicoli e persone, di difficoltà enormi per trovare un parcheggio, ma con introiti finanziari notevoli per la città di Siderno, era proprio il caso di ricorrere alle multe fate così a caso…tu sì, tu no, e così via? Io credo ci sia stata una pianificazione vera e propria per poter spillare denari a tutti quei poveri malcapitati come me. In altre parole, un balzello per chi visita la città in questi giorni.

 Antonio Papasidero, Cinquefrondi (RC)