Direttore: Aldo Varano    

NDR. Indagini su cosca Jerinò e cocaina consentite da collaboratore di giustizia

NDR. Indagini su cosca Jerinò e cocaina consentite da collaboratore di giustizia

Il nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri di Roccella Jonica del capitano Marco Comparato ha condotto un'indagine che scaturisce dalle dichiarazioni rese formalmente nel 2012 da un collaboratore di giustizia che hanno permesso di conseguire importanti elementi sul gruppo criminale dedito al traffico di droga lungo l'asse Bolivia-Olanda-Romania-Santhia' (Vercelli) e Gioiosa Jonica (Reggio Calabria).

Il vertice dell'organizzazione e' Giuseppe Jerino', anche in qualita' di principale finanziatore, Angelo Scuteri e' l'organizzatore materiale, deputato all'acquisto, introduzione e trasporto della droga, con la collaborazione di Demetrio Tripodi, Rocco Amedurio, Marino Vallelonga, Pietro Bellucci, Antonio Di Giorgio e altri cinque accoliti, tra i quali anche alcuni imprenditori nel campo del commercio di legnami. Tra gli associati, Jerinò e' l'elemento di vertice dell'omonima cosca di 'Ndrangheta di Gioiosa Jonica, con storiche ramificazioni in Italia e all'estero.

Le investigazioni per acquisire inizialmente riscontri alle dichiarazioni rese dal collaboratore hanno consentito di acclarare l'operativita' dell'associazione con il sequestro di due ingenti quantitativi di cocaina, per un totale di quasi 400 chili. Il primo di 329,2 chili avvenuto nel 2012 nel porto di Caacupemi' (Paraguay) e il secondo di 70 chili, effettuato il 17 aprile scorso nel porto di Rotterdam (Olanda). In entrambi i casi, la droga veniva trasferita mediante container, che con partenza dal Sud-America sarebbe arrivata in Italia seguendo rotte commerciali che comprendevano anche porti europei. Diverse le metodologie di occultamento della droga, nel primo caso era nascosta all'interno di assi di parquet, mentre nel secondo caso era stata inserita in piccoli spazi all'interno di profilati metallici, poi richiusi.