Direttore: Aldo Varano    

BEVACQUA (Pd). Ora una fase nuova. Ma serve un Pd meno frastagliato

BEVACQUA (Pd). Ora una fase nuova. Ma serve un Pd meno frastagliato
"Dopo il vertice del Pd calabrese con il presidente Oliverio e la giunta, ci sono tutte le premesse per aprire finalmente una fase nuova per la Calabria, all'insegna di un forte rilancio dell'attivita' di governo, con il coinvolgimento del gruppo consiliare del partito. Ma l'obiettivo si puo' raggiungere solo se ci sara' collegialita', condivisione e rapidita' nell'azione politico amministrativa". E' quanto afferma in una nota il consigliere regionale del Pd Mimmo Bevacqua.  
 
"Ci aspettano - aggiunge - 4 anni di duro lavoro, per affrontare i gravi problemi che assillano i calabresi. Quei calabresi che ci hanno dato tanta fiducia e che noi non possiamo piu' deludere. Serve un 'Manifesto per la Calabria', una serie di punti programmatici da realizzare nel piu' breve tempo possibile. Un Manifesto che impegni il Governo regionale e il gruppo consiliare che scaturisca da un ampio confronto con la societa' civile calabrese. Per far cio pero' ci sara bisogno di un Pd meno frastagliato negli ambiti provinciali e capace di attivare al proprio interno un dibattito procedendo anche al completamento dei propri organismi provinciali e regionali".  
 
"Condividiamo pienamente - prosegue Bevacqua - l'appello di Marco Minniti all'unita' e alla compattezza del partito. Cosi' com'e' auspicabile un rafforzamento del legame tra la Calabria e il governo Renzi, affinche' con rapidita' si dia concreta attuazione a quel Piano per le infrastrutture per la Calabria, nell'esatta formulazione della Mozione approvata a larga maggioranza dalla Camera dei deputati nei giorni scorsi. Sarebbe davvero importante dal punto di vista politico arrivare al 23 novembre con la firma di un Patto per la Calabria con il governo Renzi. Rappresenterebbe davvero un segnale di forte attenzione verso la nostra regione e allo stesso tempo una forte responsabilita' verso la classe dirigente calabrese fino ad ora debole e lenta nel dare le giuste e dovute risposte alle nostre comunita'".  
 
"Nel raggiungimento di questi obiettivi - conclude - confido molto nella presenza dei dirigenti calabresi ai vari livelli, a partire dal segretario Magorno dal sottosegretario Minniti e da Stefania Covello componente della segreteria nazionale"